Per il rilancio del castagno la difesa rimane strategica