I dati pollinici sono attendibili indicatori degli effetti dei cambiamenti climatici sulla vegetazione. Il principale risultato che si evince dal caso studio, relativo a San Michele a/A e alla Val Canali, è la tendenza ad un anticipo della data di arrivo del polline in aria, rilevata per sette taxa su nove, in entrambe i centri di monitoraggio aerobiologico provinciale. Questo anticipo della data di inizio in cui si rileva la presenza di polline in atmosfera è connesso con la fenologia della fioritura ed appare ben correlato (negativamente) con le temperature medie invernali, per le quali si registra anche a scala locale un trend di aumento: all’aumento delle temperature corrisponde un anticipo del giorno di inizio della pollinazione. Le precipitazioni sembrano condizionare meno la data di inizio, ad eccezione di alcuni taxa a fioritura primaverile per i quali in Val Canali si registra un ritardo nell’inizio in presenza di piogge nel periodo precedente. I quantitativi pollinici sembrano riflettere maggiormente la situazione locale. La durata temporale dell’intervallo considerato (2006-2016) è in molti casi non sufficiente ed individuare trend statisticamente significativi. Proseguendo le attività di monitoraggio tali indagini potranno essere aggiornate

Gottardini, E.; Cristofolini, F.; Cristofori, A.; Viola, M.C.; Zottele, F. (2018). Accordo di ricerca collaborativa FEM - Parco di Paneveggio Pale di San Martino, Relazione attività 2018. handle: http://hdl.handle.net/10449/52249

Accordo di ricerca collaborativa FEM - Parco di Paneveggio Pale di San Martino, Relazione attività 2018

Gottardini, E.;Cristofolini, F.;Cristofori, A.;Viola, M. C.;Zottele, F.
2018-01-01

Abstract

I dati pollinici sono attendibili indicatori degli effetti dei cambiamenti climatici sulla vegetazione. Il principale risultato che si evince dal caso studio, relativo a San Michele a/A e alla Val Canali, è la tendenza ad un anticipo della data di arrivo del polline in aria, rilevata per sette taxa su nove, in entrambe i centri di monitoraggio aerobiologico provinciale. Questo anticipo della data di inizio in cui si rileva la presenza di polline in atmosfera è connesso con la fenologia della fioritura ed appare ben correlato (negativamente) con le temperature medie invernali, per le quali si registra anche a scala locale un trend di aumento: all’aumento delle temperature corrisponde un anticipo del giorno di inizio della pollinazione. Le precipitazioni sembrano condizionare meno la data di inizio, ad eccezione di alcuni taxa a fioritura primaverile per i quali in Val Canali si registra un ritardo nell’inizio in presenza di piogge nel periodo precedente. I quantitativi pollinici sembrano riflettere maggiormente la situazione locale. La durata temporale dell’intervallo considerato (2006-2016) è in molti casi non sufficiente ed individuare trend statisticamente significativi. Proseguendo le attività di monitoraggio tali indagini potranno essere aggiornate
Aerobiology
H. fraxineus
Pollen
Climate change
Aerobiologia
H. fraxineus
Pollini
Cambiamenti climatici
Gottardini, E.; Cristofolini, F.; Cristofori, A.; Viola, M.C.; Zottele, F. (2018). Accordo di ricerca collaborativa FEM - Parco di Paneveggio Pale di San Martino, Relazione attività 2018. handle: http://hdl.handle.net/10449/52249
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Relazione attività svolta 2018_finale.pdf

solo utenti autorizzati

Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 7.45 MB
Formato Adobe PDF
7.45 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10449/52249
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact